Minerale anche chiamato Absesto, comune in natura per la sua resistenza al fuoco, al calore e all’azione di agenti chimici e biologici è stato utilizzato per diversi scopi (nelle industrie, nell’edilizia etc..). Dal 1992, in Italia è vietato l’uso dell’amianto: la sua potenziale pericolosità dipende dalla dispersione di particelle nell’ambiente che possono essere inalate e causare gravissime patologie per l’uomo.